Murales @ Quadraro II

Murales: Quadraro (Roma) – part.II

Il quartiere Quadraro in Roma è stato insignito della Medaglia d’Oro al Valor Civile dal Presidente della Repubblica il 25 aprile 2004, per i suoi meriti nel periodo della Resistenza Partigiana contro l’occupazione Nazista di Roma durante la Seconda Guerra Mondiale. Allora si diceva che per sfuggire ai tedeschi “o vai al Vaticano o al Quadraro” !

I Nazisti chiamavano quindi il Quadraro “nido di vespe” per la fiera ostilità agli oppressori e perchè in questo quartiere avevano trovato rifugio numerosi Partigiani. Il 17 aprile 1944 l’esercito tedesco rastrellò per rappresaglia il quartiere e oltre 900 uomini furono deportati in Germania. Alla fine del conflitto solo la metà di questi fece ritorno a casa.

Una testimonianza di tale lotta Partigiana è stata affidata ai murales realizzati dall’artista Lucamaleonte in via del Monte del Grano. Un’intera parete che costeggia la via è stata dipinta con queste api e fa da sfondo alle celebrazioni dell’anniversario della Liberazione.

Sempre nell’ambito del progetto M.U.Ro. – Museo di Urban Art di Roma – sviluppato a partire dal 2010 per iniziativa dell’artista David “Diavù” Vecchiato in collaborazione con le Autorità locali, troviamo altri interessanti murales, realizzati dallo stesso Diavù in Piazza dei Tribuni:

troviamo poi i murales dall’artista romano Alessandro Sardella (simbolismo segnico) e dall’artista romana Alice col suo stile inconfondibile:

Proseguendo verso il parco dell’Acquedotto Alessandrino, tra Tor Pignattara, Vigne e il Quadraro, si incontra una piazza  con dei murales espressione spontanea di arte popolare locale, con volti di persone, calciatori e tifosi legati alla storia del quartiere stesso.

Ecco la gallery completa ! (Per la galleria part.I clicca QUI)