Quartiere Coppedè

Il Quartiere Coppedè, così chiamato dal nome dell’architetto fiorentino Gino Coppedè (1866-1927) che l’ha progettato a partire dal 1915, si trova a Roma, tra piazza Buenos Aires e via Tagliamento, e si sviluppa con numerosi edifici attorno a piazza Mincio.

Il progetto incontrò allora non poche difficoltà da parte della Commissione edilizia che, tra l’altro, chiese all’architetto di dare un’impronta “romana” agli edifici. Egli si ispirò dunque al tema di Roma Antica ed Imperiale, utilizzando il travertino e mosaici in stile pompeiano.

Più recentemente, il Quartiere Coppedè è stato scelto nel 1959 dal regista Nanni Loy per il set del film “Audace colpo dei soliti ignoti” con Vittorio Gassman, nel 1976 dal regista Richard Donner per le sequenze iniziali del film Il presagio, da Dario Argento nel 1980 come set per alcune scene dei suoi film Inferno e L’uccello dalle piume di cristallo.

Al centro del Quartiere troneggia un’imponente fontana popolata da 12 rane,  anche nota per il bagno che i Beatles vi fecero vestiti dopo un loro concerto tenuto nella vicina discoteca Piper,  icona della Dolce Vita Romana degli anni ’60.

Oggi il Quartiere, con il suo straordinario mix di stili Liberty, Art Decòarte Greca, Gotica, Barocca e Medievale, rappresenta un’oasi unica e pregevolissima, nel panorama edilizio romano, tanto spesso appesantito da interventi di bassa qualità e mero carattere speculativo.

Galleria: clicca sulle immagini per scorrere la galleria e commentare

 

Lascia un commento

Live up to Reality

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: